Concordia

La nave da crociera Costa Concordia è affondata parzialmente la notte del 13 gennaio 2012 dopo aver urtato una scogliera al largo delle coste italiane e essersi incagliata all'Isola del Giglio, in Toscana, richiedendo l'evacuazione delle 4.252 persone a bordo. Si sa che sono morte trenta persone, altre due erano ancora disperse ad aprile 2012, e si presume che siano morte, e altre 64 sono rimaste ferite (almeno due gravemente). Due passeggeri e un membro dell'equipaggio intrappolato all'interno sono stati salvati nei giorni successivi all'incidente. I corpi dell'equipaggio e dei passeggeri intrappolati nel relitto sono stati ritrovati nei primi mesi del 2012; le operazioni di salvataggio sono state programmate nel corso del 2012.